fbpx

Fazio: “Si può fare tutto”

Oggi è il giorno dell’esordio in Nazionale U18 per Camilla Fazio, chiamata da coach Longagnani per il secondo Talent Team delle Azzurre che andrà in scena a Bollate. “Sono molto contenta, per me sarà la prima volta. Ero stata convocata in U13 ma mai in U18”.

Il ricevitore della Sacco Legnano ci ha raccontato la sua storia. “Ho iniziato a giocare a softball a 9 anni perchè era venuto nella mia scuola a Novara un allenatore di baseball e mi sono subito appassionata. Tra i due club (Sacco e Novara) c’è un ottimo rapporto. Grazie a questo ma anche al fatto che altre novaresi mi hanno parlato bene del club ho accettato subito con entusiasmo il trasferimento. Io ho sedici anni e competere in una squadra di alto livello con ragazze giovani ma più grandi di me è bellissimo e formativo, loro sono già abituate ai ritmi di lavoro, per me è tutto nuovo ma è tutto bellissimo!”.

“Da piccola ho giocato anche a pallavolo, ma quando ho provato il softball non l’ho più mollato – ha aggiunto -. Sono sempre stata ricevitore, mi piace come ruolo e la mia prima allenatrice mi disse che avevo le caratteristiche giuste. Coach Fernandez però mi sta provando in allenamento e partita in ruoli diversi. Ogni volta è una sorpresa, è divertente!”.

Dopo un lungo periodo di stop forzato a causa della pandemia, la stagione è finalmente iniziata, con le prime tre giornate disputate prima della pausa di agosto. “Il periodo di lockdown è stato strano. Sono riuscita ad allenarmi ma c’era tantissima voglia di tornare in campo. Le aspettative sono alte, al di là degli infortuni. Le mie compagne sono molto brave. Se diamo il 100% si può fare tutto. Speriamo tra un anno di essere in A1, se no ci riproveremo”.

Leave a Reply