fbpx
Gustavo Provasi

Gustavo Provasi marketing manager

Gustavo Provasi è il nuovo marketing manager del Legnano Baseball Softball. Classe 1976, brand manager nel mercato dei videogiochi, sul nostro sito ufficiale si è presentato svelando programmi e progetti.

“Il mio rapporto col baseball parte da lontano. Fu amore a prima vista, visto che da piccolo abitavo proprio vicino al campo. Mi avvicinai incuriosito, mi feci raccontare di più e da allora non mi sono più staccato. Ho iniziato a giocare a 11 anni (non c’era ancora il minibaseball), ho fatto tutte le giovanili e a 14 anni ho esordito nella vecchia serie C1. Mi sono tolto tante soddisfazioni, arrivando fino alla serie B, poi mi sono staccato per qualche anno, salvo poi tornare in campo, centrando una nuova promozione dalla serie C2 alla C1. Nel 2009 quando è nata la mia prima figlia ho deciso di smettere definitivamente ma quando il presidente Massimo Gioachini ha ripreso la gestione del club ci siamo sempre sentiti. Sono felice di questo ritorno, seppur in altre vesti”.

Gli obiettivi a Legnano sono chiari: “C’è un progetto a lungo termine molto interessante, che mi è piaciuto fin da subito. La società punta ad essere riconosciuta sul territorio e anche nei comuni limitrofi per i giovani. E’ da lì che bisogna partire per diventare una squadra di successo e interessante anche per sponsor e investitori. Per questo valore aggiunto serve lavorare in prospettiva con il vivaio che parte dai bambini di 6 anni. Il baseball non è conosciuto come il calcio o altri sport ma abbiamo molto da offrire: un impianto all’avanguardia dove giocare e crescere in tutta sicurezza con i giusti valori”.

“In questo periodo i genitori decidono quale sport far fare ai loro figli e per questo stiamo organizzando giorni di trial per far provare a tutti la mazza e le palle. Ci stiamo lavorando da prima delle vacanze, con investimenti sui social. E’ il primo step. Poi faremo la stessa cosa con eventi dedicati, Covid permettendo. Il nostro tunnel gonfiabile darà i suoi frutti, anche se ci vorrà tempo. Siamo comunque contenti e fiduciosi”.

Leave a Reply