fbpx

Colenghi: “No alla violenza sulle donne”

Oggi è la giornata contro la violenza sulle donne. La nostra Alessia Colenghi, oltre a posare per una foto con l’ormai famoso segno rosso sotto l’occhio, ha parlato sul sito ufficiale del club di questo argomento, ma anche dell’annata appena conclusa, della prossima e del suo futuro, in campo e fuori.

“E’ importante parlare di questo tema, anche nel 2020. E’ triste vedere che ci sono ancora casi di violenza contro le donne ai giorni nostri e mi dà fastidio soprattutto sentire che spesso di cercano quasi delle scusanti o motivazioni per cui si arriva a compiere certi gesti. Parlarne è comunque già importante anche se poi tutta la società in cui viviamo dovrebbe aiutare le ragazze che si trovano in difficoltà. Tutte dovrebbero sentirsi al sicuro, dentro e fuori da casa, sapendo anche di non essere sole. Come desiderio di Natale mi auguro che certe cose non succedano più”.

“In questo momento purtroppo non ci stiamo allenando, anche se il nostro preparatore atletico ci ha fatto avere una tabella da seguire almeno a casa. Avremmo già dovuto iniziare a prepararci per la prossima stagione che partirà tra marzo e aprile, quando speriamo che ci si potrà spostare”.

“La stagione appena conclusa per me è stata ricca di difficoltà, visto che mi sono rotta il legamento del polso nella prima amichevole e sono dovuta rimanere ferma per un mese. Vista la brevità del campionato sono rientrata quando ormai era praticamente finito. Nel 2021 dovremo dare il 200% in ogni gara visto che abbiamo già visto che cosa può succedere in una annata accorciata”.

“Io per fortuna non sono mai stata discriminata per il colore della pelle, pur essendo stata anche l’unica ragazza di colore fin dalle elementari. Non mi sono mai sentita diversa, forse perchè avendo il papà italiano ho nome e cognome italiani. Mi sento italiana al 100% essendo nata qui ma non faccio certo nulla per nascondere la mia metà di sangue nigeriano proveniente da mia mamma”.

“Non so ancora esattamente che cosa farò da grande ma sogno qualcosa di legato allo sport, tra fitness, personal trainer e fisioterapia. Per il softball voglio continuare il mio percorso con Legnano, una società che mi ha dato l’opportunità di esprimermi al meglio”.

Leave a Reply